Granola fatta in casa

 

Granola

 

Se avete voglia di una colazione sana e appetitosa, siete amanti del muesli e state cercando una alternativa ai cereali in scatola pieni di zuccheri inutili, ecco la ricetta che fa per voi!
Il gusto croccante di questa granola, da accompagnare allo yogurt o al latte conquisterà voi e il vostro portafoglio!
I nostri bambini la amano molto e ormai la granola fatta in casa è diventata una fedele compagna mattutina.
Saziante, nutriente, con pochissimi zuccheri aggiunti e del tutto personalizzabile secondo i gusti di ognuno, è una colazione pronta e veloce da servire. Anche per chi, come me,  ha poco tempo per sedersi a tavola la mattina presto! Prepararla in anticipo è davvero uno scherzo, tanto che vi chiederete, come è successo a noi, come mai non lo abbiate fatto prima!

Ecco quindi a voi la ricetta:

Granola fatta in casa

Ingredienti:

Le dosi sono molto indicative. Infatti vado molto ad occhio, ma orientativamente la dose è per circa una teglia da forno larga 50 cm, ovvero circa 400g. Inoltre potete usare qualsiasi frutta secca o seme oleoso avete in casa o è di vostro gusto. La dose oscilla trai 50 e i 100g per i semi oleosi grandi e 20-50 per quelli piccoli.

  • 250g di fiocchi di avena
  • 100g di mandorle
  • 50g di nocciole
  • 50g di noci
  • 50g di uvetta
  • 50g di semi di zucca
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 80-100g di sciroppo d’agave, o di riso o di malto
  • La spremuta di una arancia grande o un bicchiere di succo di frutta senza zuccheri aggiunti
  • 80-100g di sciroppo d’agave, o di riso o di malto
  • Opzionali: 50g di gocce di cioccolato, 2 cucchiaini di semi di chia

Procedimento:

  1. Preriscaldate il forno a 140°.
  2. Mescolate in una ciotola capiente tutti gli ingredienti secchi (tranne i semi di chia e le gocce di cioccolato) con l’olio, lo sciroppo d’agave e la spremuta di arancia, finchè tutto non sia amalgamato bene.
  3. Foderate una teglia con della carta forno e versateci all’interno la granola livellandola bene.
  4. Infornate per 20 minuti circa, girandola spesso.
  5. Una volta cotta e raffreddata aggiungete i semi di chia e le gocce di cioccolato, se le gradite.
  6. La granola si conserva bene in un barattolo di vetro o plastica con chiusura ermetica anche per 2-3 settimane.

Buon appetito!

Menù settimanale 2 – 8 marzo 2015

Dopo l’influenza della scorsa settimana, stiamo piano piano tutti risalendo. Ancor di più di sempre, il nostro menù cercherà quindi di essere sano e corroborante, per darci maggiore energie e aiutarci a rimetterci presto in forze. In questo nuovo menù troverete quindi i nostri “classici” per le merende e per le colazioni. E in più la ricetta del riso integrale e quella degli hamburger vegetali, una ricetta strepitosa pubblicata qualche tempo fa che mi fa piacere condividere nuovamente con voi.

Spero che questo menù vi piaccia e che possa stuzzicare in voi la voglia di provare nuove ricette!

Per ingrandire il menù ed effettuare il download del file pdf, vi basta cliccare sull’immagine qui sotto.

Vitadimamma_menu settimanale_2-8marzo2015Buon appetito e buon weekend a tutti!

Come cuocere il riso integrale

Risointegrale

Il riso integrale, così ricco di sostanze nutritive importantissime per la salute, è un alimento che non dovrebbe mai mancare in tavola. Inoltre non contiene glutine ed è un cereale nobilissimo, decongestionante, disintossicante e drenante. In più è davvero saziante, contiene molte più proteine di quello bianco ed è quindi utile anche per chi vuole dimagrire. Noi lo mangiamo con una certa regolarità e, col tempo, anche i più restii ai cambiamenti e al gusto puro degli alimenti integrali, si sono abituati a mangiarlo, preferendolo ormai al comune riso sbiancato.

Molte persone sono spesso restie a usarlo perchè credono che ci voglia molto tempo a disposizione. Infatti, il riso integrale richiede una cottura più lunga di quello bianco. Ma questo non deve scoraggiare. Io lo cuocio in due modi diversi a seconda delle situazioni e, solitamente, lo faccio una volta alla settimana in grandi quantità, in modo da poterlo lasciare in frigo pronto per i pranzi da portare in ufficio (accoppiato con le verdure avanzate) , come accompagnamento al posto del pane per la cena o come base per altre preparazioni.

Il primo metodo di cottura è quello tradizionale e richiede circa 40-45′ di cottura. Il secondo, invece, è quello con la pentola a pressione e cuoce in circa la metà del tempo.

In ogni caso valgono le seguenti indicazioni di preparazione:

Ingredienti (per 4-5 persone):

  • Riso integrale: 2 tazze colme
  • Acqua o brodo vegetale:  4 tazze colme
  • Sale q.b.

Per variare le dosi, la regola generale è 1 volume di riso per 2 volumi di liquido.

Procedimento:

  1. Sciacquare il riso in un colino a maglie fitte (io uso il cestello della pentola a pressione), sgranandolo bene.
  2. Versarlo in una pentola e aggiungere il doppio in volume di brodo o acqua (oppure di acqua e dado vegetale)
  3. Aggiungere il sale (se non contenuto nel dado)
  4. Far cuocere su fiamma viva fino al raggiungimento del bollore, poi mescolare brevemente, abbassare il fuoco e coprire con un coperchio. Lasciare cuocere senza mai alzare il coperchio per 40 minuti.
  5. Una volta cotto, aggiungere poco olio e servire come desiderato.

Per il procedimento con pentola a pressione, seguire i passi fino al n. 3. Coprire con coperchio a pressione e far andare a fiamma vivace. Dal raggiungimento del fischio, abbassare il fuoco e calcolare 20 minuti circa. Procedere poi col passo 5.

Buon appetito!