Colorare i Mandala


Durante questi giorni di vacanza sono state tante le attività che abbiamo svolto con i bambini.
Ora che sono più grandicelli gran parte del tempo lo abbiamo passato fuori casa, da amici o parenti oppure al cinema.

Ma una delle più riuscite attività di questo periodo e che mi ripromettevo da tempo di sperimentare con loro, è stato quello di colorare i Mandala.

Avevo letto in Semi di felicità. Coltivare la consapevolezza insieme ai bambini, uno dei tanti, stupendi libri di Thich Nhat Hanh quanto quest’attività, semplice e rilassante, potesse essere di giovamento per i bambini di tutte le età…e non solo.

Guardando in rete, ho trovato molti riferimenti, anche italiani, come questo post di Claudia de La casa nella prateria e mi sono convinta a provare.

Come scrivevo nel post Pance e fratelli, stiamo attraversando un momento un po’ critico con P., che spesso manifesta reazioni particolarmente aggressive, soprattutto con il fratello maggiore.

Seppur mi sia organizzata per tenerli entrambi impegnati ogni giorno in qualche attività divertente o creativa, trovo parecchia difficoltà a gestire le fasi di fisiologica transizione tra le attività, tra un momento della giornata e un altro, come ad esempio quello fatidico e piuttosto turbolento in cui preparo il pranzo o la cena.

L’arte dei Mandala è da secoli usata da varie culture nel mondo per rappresentare, con la sua forma circolare, la vita e l’universo. Colorare i Mandala, così ricchi di figure gemometriche e di simmetrie, aiuta la concentrazione e ha un effetto consolatorio o comunque rilassante. Marie Louise Von Franz, allieva di Jung, che ha usato i Mandala per studiare la personalità dell’uomo, sottolinea come attraverso essi l’individuo si riappacifichi con il proprio io interiore, apportando chiarezza nella confusione psichica e come essi aggiungano nuovi elementi psichici positivi in chi li usa.

I miei bambini adorano disegnare, ma probabilmente a causa di una didattica (pre-)scolastica molto focalizzata sul colorare disegni già fatti (e sin troppo mirata ad insegnare ai bambini a colorare entro i bordi), quando sono a casa preferiscono di gran lunga creare disegni a piacere.

Ho notato subito invece, che entrambi sono rimasti attratti dalle forme dei Mandala che avevo stampato per loro e sin dall’inizio hanno cominciato a colorarli in un’atmosfera di grande concentrazione e serenità.
Anche P., che di solito non ama svolgere questi tipi di attività per lungo tempo, mi ha invece chiesto di poterne colorare ancora di altri.

L’atmosfera di tranquillità si è poi protratta per il resto del pomeriggio senza grandi difficoltà di gestione, anche nei momenti in cui so di dover prestare maggior attenzione, come prima o dopo cena, momenti in cui i bambini sono generalmente stanchi e in cui più facilmente cedono al nervosismo o all’eccitazione.

Ci siamo così ripromessi tutti e tre di tornare presto a colorare i Mandala.

Fortunatamente in rete si trovano tantissimi siti per bambini dove scaricarli gratuitamente.

Per il nostro primo esperimento abbiamo utilizzato anche quelli a tema natalizio, infatti ce ne sono tantissimi, di tutti i tipi, basta digitare le parole chiave “colorare mandala” sui principali motori di ricerca.

Se sei interessato ad acquistare il libro di Thich Nhat Hanh citato in questo post, puoi farlo da questo link affiliato:

2 pensieri riguardo “Colorare i Mandala”

    1. Hi Karen! So nice to have you here! It’s amazing how kids around the world love coloring mandalas, isn’t it?

I commenti sono chiusi